<

Corriere della Sera, 28 Settembre 2012

Corriere-della-Sera articolo2

Un futuro (e un passato) di cartapesta e stracci. é quello che si stanno costruendo otto ragazzi di Casarano, provincia di Lecce, nel cuore del Salento. La loro cooperativa - si chiama infatti Fatti di Carta - è appena nata, figlia di un anno trascorso lavorando e imparando il mestiere dai vecchi artigiani leccesi. Un laboratorio per ridare vita alle antiche statue salentine, e aiutare a guardare avanti le nuove generazioni. Il progetto, realizzato dall'Associazione Scuole e Lavoro (ASCLA) insieme ad altre organizzazioni e istituzioni locali, è uno dei trecento sostenuti dalla Fondazione Con il Sud, l'ente no-profit nato dall'alleanza tra le fondazioni di origine bancaria e il mondo del terzo settore e del volontariato: trecento storie avviate (e riuscite) per aiutare i ragazzi del Sud a "fare rete" che oggi e domani si racconteranno a Torino in una due giorni promossa da Fondazione Con il Sud in collaborazione con la Compagnia di San Paolo e la fondazione Crt e organizzata dalla Piazza dei Mestieri. Un'occasione per presentare "dal Sud al Nord" un modo nuovo di incrementare lo sviluppo sociale che coinvolge 4.500 organizzazioni e oltre 160 mila "destinatari diretti" con 82 milioni di euro assegnati a Basilicata, Campania, Puglia, e Sardegna.

"L'idea della cartapesta - racconta Giuseppe Negro, presidente di ASCLA - è nata un anno fa". Un'idea che ha radici antiche: "la cartapesta è una lavorazione tipica del Salento", continua Negro. "Santi, pupi, presepi: qui le chiese sono ricchissime di statue fatte di carta e stracci". Un'anima di ferro, paglia e poi carta e stoffa impastate di colla e dipinte. U'arte che, però, stava andando perduta. "Da qui la sfida, doppia: preservare il passato, restaurando le opere antiche, e aiutare i giovani a crearsi nuove opportunita di lavoro."

Sostenuti dalla Fondazione e aiutati anche dalla Provincia di Lecce, dal Comune di Casarano, dalle diocesi locali, i partner del progetto hanno coinvolto gli artigiani storici: "é stato bello vederli mettere da parte lo spirito di concorrenza e unirsi per aiutare i giovani come una piccola creatura da custodire", racconta Negro. I ragazzi, tra i 25 e i 30 anni, hanno lavorato sul fronte del recupero e della progettazione: "Non solo oggetti tradizionali: la cartapesta è anche arredamento, vetrine, scenari teatrali. E folklore: stiamo pensando a un accordo con il carnevale di Putignano, per decorare i carri". Otto di loro, conclusa la fase di formazione hanno dato vita alla cooperativa: "Li abbiamo sostenuti in fase di start up, ora sono autonomi". Il 5 ottobre esporranno le loro creazioni alla prima Biennale delll'arte della cartapesta, a Lecce.
 
Giulia Ziino
@giuliaziino


 

Servizio RAI TG2

news
Copyright © 2018 Fattidicarta



Navigazione Rapida Contatti
Home Chi siamo Prodotti
Complementi d'arredo
Oggettistica
Figure presepiali/speciale natale
Nuove produzioni/offerte
Statuaria sacra
La cartapesta Fatti di Carta
Società Cooperativa Sociale
Via Vittorio Emanuele II, 34
73042 Casarano (LE) - Italy
P.I. 04417350750
Tel. +39.342.5761826